Storia e Mission

La Cattedra AIdAF-EY di Strategia delle Aziende Familiari in memoria di Alberto Falck nasce nel 2014 dall'esperienza della precedente "Cattedra-AIdAF-Alberto Falck di Strategia delle Aziende Familiari", istituita nel 2004 dall'Università Bocconi con l'obiettivo di porre in evidenza il ruolo rilevante che il modello dell’impresa familiare riveste in Italia e a livello internazionale, nonché di studiarne le sue specificità.

La Cattedra AIdAF-EY, la prima del suo genere fondata in Italia, è sostenuta da AIdAF (Associazione Italiana delle Aziende Familiari), da EY (Ernst&Young)  e da un pool di note imprese familiari italiane, e si dedica allo sviluppo della ricerca, dell'insegnamento e della partecipazione ad attività istituzionali collegate alle imprese familiari. La Cattedra AIdAF-EY ha contribuito alla pubblicazione di articoli accademici, libri e case-studies nonché all'organizzazione di conferenze e workshop nazionali ed internazionali. Tra il 2008 e il 2016 i suoi ricercatori hanno pubblicato circa 35 articoli su riviste internazionali.

Con il supporto di AIdAF e di Unicredit, la Cattedra ha istituito nel 2009 il primo Osservatorio (AUB, acronimo di AIdAF-Unicredit-Bocconi) su tutte le imprese familiari italiane con fatturato superiore a 20 milioni di euro. L’Osservatorio AUB rappresenta ad oggi la più completa ed estesa rilevazione disponibile in Italia sulle aziende italiane a controllo familiare, ed ha l’ambizioso obiettivo di rappresentare lo stato dell’arte in termini di conoscenze empiriche sulle principali aziende familiari del Paese.

La Cattedra AIdAF-EY è membro dell'IFERA (International Family Enterprise Research Academy) e dell'FBN (Family Business Network) e ha collaborato alla costituzione dell'ITFERA (Italian Family Enterprise Research Academy).

La Cattedra AIdAF-EY è diretta dal Prof. Guido Corbetta, Professore Ordinario di Strategia Aziendale presso l'Università Bocconi e, ad oggi, collaborano alla Cattedra Mario Amore, Luana Carcano, Carmelo Cennamo, Xing Kelly Chen, Alesssandro Minichilli, Daniela Montemerlo, Paolo Morosetti, Fabio Quarato, Carlo Salvato.