Osservatorio AUB sulle aziende familiari italiane

Nel 2007 la Cattedra AIdAF-EY di Strategia delle Aziende Familiari, AIdAF (Associazione Italiana delle Aziende Familiari) e il Gruppo UniCredit hanno lanciato il primo Osservatorio Nazionale sulle Aziende Familiari Italiane.

L'Osservatorio AUB (AIdAF, UniCredit, Bocconi), che dispone di informazioni dettagliate ed aggiornate relative alla proprietà, alla governance, al management e alle performances economiche e finanziarie di tutte le aziende italiane a proprietà familiare con un fatturato pari o superiore a 20 milioni di euro. Nel corso degli anni, hanno deciso di aderire al progetto in qualità di sponsor anche Camera di Commercio di Milano MonzaBrianza Lodi, Borsa Italiana e Fondazione Angelini.

L’Osservatorio la più completa ed estesa rilevazione disponibile in Italia sulle aziende a controllo familiare che punta ad aiutare ricercatori, imprenditori, managers ed istituzioni a comprendere le caratteristiche uniche e i bisogni di questo particolare tipo di aziende.

L’Osservatorio monitora circa 17 mila aziende italiane con fatturato superiore a 20 milioni di euro e si focalizza poi in maggiore dettaglio sulle oltre 11 mila aziende a controllo familiare, che hanno un fatturato complessivo di oltre 800 miliardi di euro e impiegano circa 2,3 milioni di lavoratori

I risultati della Decima Edizione dell'Osservatorio AUB sono stati presentati il 27 novembre 2018 presso l’Università Bocconi. In questa rilevazione l’Osservatorio ha presentato il confronto tra le imprese familiari del 2007 e le imprese familiari del 2017, dieci anni durante i quali molti accadimenti straordinari hanno contribuito a modificare il tessuto del capitalismo familiare italiano. I risultati mostrano come il capitalismo familiare nell’economia italiana sia cresciuto sia in termini numerici (le aziende con fatturato superiore ai 50 milioni di euro del 2017 sono superiori numericamente a quelle del 2007) che di incidenza su occupazione e fatturato totale. I risultati di redditività e solidità delle aziende familiari sono tornati ai livelli pre-crisi.

Nel contempo, è da segnalare che circa il 40% delle imprese familiari del 2017 è cambiato rispetto a quelle del 2007, rendendo così evidente quanto sia necessario continuare a promuovere l’imprenditorialità (per far nascere nuove imprese) e accompagnare le imprese nei loro processi di crescita aziendale e di coesione familiare (per aumentare la probabilità di persistenza).

La X edizione dell’Osservatorio rileva altresì la nuova rilevazione delle 500 aziende familiari “Benchmark” che hanno mostrato performance economico-finanziarie superiori alla mediana del proprio settore in termini di crescita, redditività e indebitamento (riportate in appendice nel report)

Dal 2011, la Cattedra e il Gruppo UniCredit organizzano con continuità sul territorio italiano workshop dedicati alla presentazione dei dati dell'Osservatorio AUB. I soggetti che tipicamente sono invitati a partecipare a tali eventi sono imprenditori, manager di imprese familiari, membri di famiglie imprenditoriali, ecc. Dal 2011 la Cattedra realizza altresì dei focus di ricerca tematici sulle aziende familiari localizzate in specifiche aree geografiche e/o sulle aziende familiari che operano in specifici settori.

Slide della presentazione AUB VI edizione  

Slide della presentazione AUB VII edizione

Slide della presentazione AUB VIII edizione

Slide della presentazione AUB IX edizione

Slide della presentazione AUB X edizione

Approfondimenti sulle cessioni delle aziende avvenute nel periodo 2015-2018

Approfondimenti sulla distribuzione dei dividendi delle aziende familiari